Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Distruzione del Su-57 russo: impatti strategici e tecnologici

L'attacco ucraino che ha distrutto il caccia avanzato Su-57 mette in luce le crescenti capacità delle forze armate ucraine e le debolezze delle difese russe.
  • L'attacco ucraino ha distrutto un Su-57, il caccia più avanzato della Russia, a una distanza di 589 chilometri dal fronte.
  • La perdita di un Su-57, del valore di circa 2,2 miliardi di rubli, rappresenta un colpo significativo per le forze aerospaziali russe.
  • I droni ucraini hanno dimostrato una portata aumentata, colpendo un radar a 1.500 chilometri dal territorio ucraino.

Ieri, l’aeroporto di Akhtubinsk nella regione di Astrakhan, Russia, è stato teatro di un attacco devastante da parte delle forze ucraine. L’evento ha visto la distruzione di un Sukhoi Su-57, il caccia più avanzato della Russia, a una distanza di 589 chilometri dal fronte. Le immagini satellitari fornite dall’intelligence militare ucraina (Gur) mostrano chiaramente l’aereo integro il 7 giugno e i segni dell’esplosione l’8 giugno, con caratteristiche macchie di fuoco e danni dall’incendio.

Il Su-57 è un velivolo di punta per l’aeronautica russa, utilizzato per lanciare missili Kh-59 e Kh-69. Questi missili sono stati impiegati in attacchi significativi, come quello che ha distrutto la centrale termica di Trypilska nella regione di Kyiv, che generava metà dell’elettricità della zona. Tuttavia, il numero di questi aerei in servizio è limitato, con un massimo di 15 unità, inclusi i prototipi, e il loro utilizzo in missioni operative è raro.

Il costo di un Su-57 è di circa 2,2 miliardi di rubli (circa 22 milioni di euro), e la perdita di uno di questi aerei rappresenta un colpo significativo per le forze aerospaziali russe. Il blogger militare ultranazionalista russo “Fighterbomber” ha riferito con sarcasmo che, per il prezzo di un Su-57, si potrebbero costruire rifugi per tutti gli aerei avanzati del paese, se non fossero maltrattati o soggetti a tangenti.

Attacchi in profondità nel territorio russo

L’attacco all’aeroporto di Akhtubinsk non è un caso isolato. Le forze ucraine hanno dimostrato una crescente capacità di colpire in profondità nel territorio russo. A fine maggio, droni ucraini hanno volato per una distanza record di 1.500 chilometri dal territorio ucraino, colpendo un radar di allarme per attacchi missilistici vicino a Orsk. Questo attacco certifica l’aumento della portata dei droni delle forze armate ucraine.

La distruzione del Su-57 è stata annunciata dall’intelligence militare ucraina, che ha pubblicato immagini satellitari dell’aereo prima e dopo l’attacco. Questo evento fornisce a Kiev uno strumento politico in vista del G7 della prossima settimana in Puglia, dove è prevedibile che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky rinnovi l’appello per intensificare e accelerare il sostegno a Kiev.

Reazioni internazionali e implicazioni strategiche

La Casa Bianca ha parlato di “buon senso” nella decisione del presidente Usa Joe Biden di accordare alle forze ucraine il permesso di utilizzare armi ricevute dall’America per colpire oltre confine. Questa decisione supera le precedenti preoccupazioni che tali attacchi potessero trascinare la NATO in un conflitto diretto con la Russia. Il consigliere per la sicurezza nazionale americana, Jake Sullivan, ha dichiarato che “lo slancio dell’operazione a Kharkiv è esaurito”, ma ha sottolineato che Kharkiv è ancora sotto minaccia e che i russi non stanno compiendo progressi concreti sul terreno.

L’attacco all’aeroporto di Akhtubinsk riaprirà probabilmente una discussione feroce in Russia sull’incapacità delle difese aeree russe e sulla mancanza di hangar per la mimetizzazione dei caccia a terra. Le forze aerospaziali russe hanno subito ripetute perdite a causa degli attacchi agli aeroporti con missili e droni delle forze armate ucraine. Il primo attacco con Atacms nell’ottobre dello scorso anno ha causato danni per 6,5 miliardi di rubli, distruggendo 9 elicotteri in un unico attacco.

Bullet Executive Summary

In conclusione, la distruzione del Su-57 rappresenta un colpo significativo per le forze aerospaziali russe e dimostra la crescente capacità delle forze ucraine di colpire in profondità nel territorio russo. Questo evento avrà probabilmente ripercussioni politiche e strategiche, sia in Russia che a livello internazionale.

Dal punto di vista tecnologico, è importante comprendere che i droni utilizzati in questi attacchi sono dotati di componenti occidentali avanzati, che ne aumentano la portata e l’efficacia. Inoltre, la tecnologia stealth dei missili Kh-59 e Kh-69 lanciati dai Su-57 rappresenta un’ulteriore sfida per le difese aeree.

Questi eventi ci ricordano l’importanza della tecnologia nella guerra moderna e come l’innovazione possa cambiare rapidamente le dinamiche sul campo di battaglia. La distruzione di un Su-57 non è solo una vittoria tattica per l’Ucraina, ma anche un segnale della continua evoluzione delle capacità militari e delle strategie di guerra.


Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *