Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

L’uso di ChatGPT nella maturità 2024: tra promesse e delusioni

Un esperimento ha messo alla prova ChatGPT con la seconda prova di matematica del liceo scientifico, rivelando le limitazioni attuali dell'intelligenza artificiale nel contesto educativo.
  • Oltre 526.000 studenti italiani hanno affrontato la Maturità 2024.
  • ChatGPT ha fallito nella risoluzione dei problemi matematici, trascrivendo erroneamente funzioni e simboli.
  • La prova ha messo in evidenza le limitazioni dell'IA, soprattutto nella trascrizione automatica e interpretazione delle formule matematiche.

La Maturità 2024 ha visto oltre 526.000 studenti italiani affrontare le prove scritte, con particolare attenzione alla seconda prova di matematica per il liceo scientifico. Quest’anno, un esperimento interessante ha coinvolto l’uso dell’intelligenza artificiale di OpenAI, ChatGPT, per risolvere la traccia di matematica. I risultati hanno messo in luce le attuali limitazioni della tecnologia AI nel contesto educativo, sollevando domande cruciali sul futuro dell’apprendimento e dell’insegnamento.

ChatGPT e la Seconda Prova di Matematica

L’intelligenza artificiale di OpenAI, ChatGPT, è stata messa alla prova con la seconda prova di matematica del liceo scientifico, che comprendeva due problemi e otto quesiti. Nonostante le promesse del modello GPT-4o, i risultati sono stati deludenti. ChatGPT ha fallito nel risolvere correttamente i problemi proposti, dimostrando che, se fosse uno studente, verrebbe bocciato.

Il principale ostacolo è stato la capacità dell’IA di interpretare correttamente le immagini contenenti le tracce dell’esame. Quando è stato caricato un documento con tutte le tracce, ChatGPT ha trascritto erroneamente alcune funzioni e simboli, compromettendo l’accuratezza delle sue risposte. Ad esempio, nel primo problema, l’IA ha interpretato male una funzione al denominatore, trascrivendo un “-4” che non era presente nel documento originale. Anche nel secondo problema, la funzione iniziale è stata interpretata in modo errato, portando a risultati sbagliati.

Le Tracce della Prima Prova

La prima prova della Maturità 2024, svoltasi il 19 giugno, ha visto gli studenti cimentarsi con tracce di analisi del testo poetico e prosa, produzione di testi argomentativi e temi di attualità. Tra gli autori proposti figuravano Giuseppe Ungaretti, Luigi Pirandello e Rita Levi-Montalcini. La prova ha offerto una vasta gamma di argomenti, dalla poesia di Ungaretti alla riflessione sul rapporto tra uomo e macchina di Pirandello, fino alle considerazioni sulla guerra fredda di Giuseppe Galasso e il valore del patrimonio culturale di Maria Agostina Cabiddu.

La tipologia A ha incluso l’analisi di testi poetici e in prosa, con Ungaretti e Pirandello come protagonisti. La tipologia B ha presentato tre brani su temi di grande attualità, mentre la tipologia C ha offerto spunti di riflessione su tematiche contemporanee, come l’imperfezione come stimolo alla crescita, proposta da Rita Levi-Montalcini.

Il Ruolo della Tecnologia nell’Istruzione

L’esperimento con ChatGPT ha sollevato importanti questioni sul ruolo della tecnologia nell’istruzione. Sebbene l’IA possa essere uno strumento utile in molti contesti, la sua capacità di risolvere problemi complessi di matematica è ancora limitata. Questo esperimento ha dimostrato che, nonostante i progressi tecnologici, l’intelligenza artificiale non è ancora in grado di sostituire completamente l’intelligenza umana in ambito educativo.

L’uso di ChatGPT per risolvere la seconda prova di matematica ha evidenziato le difficoltà legate alla trascrizione e interpretazione delle tracce. La necessità di utilizzare linguaggi particolari come LaTeX per trascrivere formule matematiche in un formato comprensibile per le macchine rappresenta un ulteriore ostacolo. Inoltre, la capacità dell’IA di disegnare grafici è ancora limitata, impedendo la corretta risoluzione di alcuni quesiti.

Bullet Executive Summary

In conclusione, l’esperimento con ChatGPT durante la Maturità 2024 ha messo in luce le attuali limitazioni dell’intelligenza artificiale nel contesto educativo. Sebbene l’IA possa essere uno strumento potente per molte applicazioni, la sua capacità di risolvere problemi complessi di matematica è ancora in fase di sviluppo. Questo esperimento ci ricorda l’importanza dell’intelligenza umana e della preparazione individuale nell’affrontare sfide accademiche.

Una nozione base di tecnologia correlata al tema principale dell’articolo è la trascrizione automatica delle formule matematiche. Questo processo richiede l’uso di linguaggi specifici come LaTeX, che permette di convertire formule complesse in un formato leggibile dalle macchine. Tuttavia, la trascrizione automatica è ancora soggetta a errori, come dimostrato dall’esperimento con ChatGPT.

Una nozione di tecnologia avanzata applicabile al tema dell’articolo è l’intelligenza artificiale generale (AGI). L’AGI rappresenta la frontiera della tecnologia AI, con l’obiettivo di creare macchine in grado di comprendere, apprendere e applicare conoscenze in modo simile agli esseri umani. Sebbene l’AGI sia ancora un sogno, i progressi in questo campo potrebbero rivoluzionare l’istruzione e molte altre aree della nostra vita.

L’esperimento con ChatGPT ci invita a riflettere sul futuro dell’istruzione e sul ruolo della tecnologia nel supportare, ma non sostituire, l’intelligenza umana. Mentre continuiamo a sviluppare e integrare nuove tecnologie, è essenziale mantenere un equilibrio tra innovazione e l’importanza delle competenze umane.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *