Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Rivoluzione AI: il chip che prolunga la vita delle batterie del 25%

Eatron e Syntiant svelano un chip AI-BMS che aumenta l'autonomia delle batterie del 10% e ne prolunga la durata del 25%. Scopri come l'innovazione cambia tutto.
  • Il nuovo chip AI-BMS di Eatron e Syntiant aumenta l'autonomia delle batterie del 10% immediatamente.
  • Prolunga la vita delle batterie fino al 25% senza modifiche hardware, grazie a un modulo plug and play.
  • Il chip NDP120 a basso consumo permette una gestione intelligente delle batterie, migliorando sicurezza e performance.

In questo momento storico, spesso aziende e produttori di oggetti parlano di intelligenza artificiale, a ragione quando il ricorso all’AI implica vantaggi pratici e tangibili, più che ragioni di marketing. Non è il caso, quest’ultimo, di Eatron, una realtà anglo-turca che ha introdotto un chip di intelligenza artificiale nella gestione del BMS delle batterie, promettendo benefici tangibili: più autonomia nell’immediato e maggiore longevità nel tempo.

Il BMS, acronimo di Battery Management System (in italiano, sistema per la gestione della batteria), è un sistema che monitora i parametri relativi alla batteria e alle sue celle, dalla tensione alla corrente, dalla temperatura allo stato di usura delle unità. Il suo compito è di gestire la batteria e proteggerla dalle condizioni che potrebbero danneggiarla o renderla instabile, come la sovra o sotto carica e la sotto tensione. In altre parole, il BMS per le batterie è tutto: più è efficace nella gestione delle celle, più importanti sono i vantaggi.

I benefici si manifestano sia nell’immediato, con una migliore gestione dell’energia nelle celle, prolungando l’autonomia, sia nel lungo periodo, con il contenimento dell’usura. L’idea di Eatron, in collaborazione con Syntiant, è di rendere “intelligente” il BMS con un processo neurale NDP120 a basso consumo. Se il BMS prende decisioni più oculate oggi, la batteria – e il cliente – avrà vantaggi sia oggi che domani.

I primi test dicono che l’accumulatore con il BMS con AI di Eatron gestirà l’energia all’interno della batteria garantendo un immediato aumento del 10% di autonomia, e nel lungo periodo prolungarne la vita, rendendola più longeva anche del 25%, senza modifiche hardware, solo con l’inserimento di un modulo plug and play in progetti esistenti. Grazie all’addestramento specifico e alla capacità di elaborazione dell’AI, il BMS “intelligente” è in grado di rilevare anomalie rapidamente e mettere in atto correttivi per evitare guasti o, peggio, situazioni di pericolo.

Con l’AI-BMS-on-chip consentiremo a qualsiasi dispositivo alimentato da batteria di sfruttare al massimo l’energia nella batteria in completa sicurezza, ha detto Amedeo Bianchimano, Chief Product Delivery Officer di Eatron. Il NDP120 permette al software di Eatron di elaborare i dati sulle batterie, migliorandone durata, sicurezza e performance. È una soluzione ideale per tutto, dall’elettronica di consumo ai veicoli elettrici, ha aggiunto Mallik P. Moturi, Chief Business Officer di Syntiant. La soluzione è stata mostrata da Eatron e Syntiant al Battery Show Europe 2024 di Stoccarda.

L’intelligenza artificiale migliorerà (anche) la durata e la carica delle batterie

Il futuro è in mano all’AI. Oltre ai dati e alle tecnologie, l’integrazione dell’AI sta attirando investimenti da parte dei grandi colossi dell’automotive, che prevedono di sviluppare soluzioni basate sull’intelligenza artificiale con un’attesa quasi messianica. La notizia conferma queste speranze. L’ultima innovazione, riguardante le batterie delle auto elettriche, proviene da Satron, che ha annunciato una nuova tecnologia nella gestione delle batterie basata sull’intelligenza artificiale.

Seatron, in collaborazione con Syntian, ha sviluppato una tecnologia rivoluzionaria per il sistema di gestione della batteria tramite un chip basato sull’AI. Questa soluzione tecnologica combina il software intelligente di Eatron con il processore decisionale neurale NDP120 a basso consumo di Syntian. Il risultato è un miglioramento delle prestazioni, della sicurezza e della longevità delle batterie senza precedenti.

Il lavoro delle società Seatron e Syntian interessa il Battery Management System (BMS), un sistema di gestione della batteria che monitora vari parametri degli elementi della batteria. Tensione, stato di usura delle unità e corrente sono analizzati e controllati per gestire la batteria e proteggerla da condizioni che potrebbero renderla instabile o danneggiarla. Seatron e Syntian hanno deciso di mettere l’AI sul BMS. Il risultato è un AI-BMS-on-chip che consente di sbloccare un ulteriore 10% della capacità della batteria e prolunga la durata del 25%.

L’AI fornisce valutazioni sullo stato di salute, stato di carico e vita utile residua con precisione immediata ed elevata. I vantaggi di questa soluzione sono enormi: miglioramento delle prestazioni, maggiore longevità, riduzione dei costi per la sostituzione della batteria e un’elevata sicurezza. L’AI-BMS-on-chip di Seatron e Syntian è un dispositivo facilmente integrabile. La soluzione plug and play assicura grande versatilità e può essere personalizzata tramite una toolchain intuitiva che permette l’ottimizzazione per ogni applicazione.

Questo chip è in grado di eseguire analisi e prendere decisioni in tempo reale direttamente sul dispositivo, eliminando la necessità di un’infrastruttura cloud e riducendo il consumo energetico, la latenza e i costi del sistema.

L’evoluzione dell’autonomia dei laptop: dalle AA al BatteryBoost 2.0 di NVIDIA

Le batterie per computer portatili hanno subito un’evoluzione significativa, passando dalle ingombranti batterie AA degli anni ’80 alle soluzioni all-day battery di oggi. Grazie ai progressi nella chimica delle batterie e all’ottimizzazione del consumo energetico con soluzioni come NVIDIA BatteryBoost 2.0, i laptop moderni offrono un’autonomia senza precedenti.

Meno peso, più autonomia: l’evoluzione dei laptop si misura su queste direttrici, insieme alla capacità dei processori e alla connettività. La portabilità è un punto focale per i laptop, e le batterie sono essenziali. Negli anni ’80, i primi laptop come l’Osborne 1 pesavano 11 kg e avevano ingombranti batterie tampone. Negli anni ’90, le batterie NiCad e NiMH hanno portato miglioramenti, ma con problemi legati all’effetto memoria. La svolta è arrivata con le batterie agli ioni di litio e ai polimeri di litio, che hanno reso i dispositivi più sottili e leggeri, con un’autonomia di diverse ore.

Nel 2018, l’LG Gram ha raggiunto 14 ore di durata con una singola carica. Oggi, il Dell XPS 17 9730 con GPU NVIDIA GeForce RTX ha una batteria che pesa solo 0,38 kg. Mentre l’hardware fa passi da gigante, il software è altrettanto importante. NVIDIA ha introdotto BatteryBoost, una tecnologia che riduce il consumo energetico durante il gaming senza compromettere le prestazioni. NVIDIA BatteryBoost 2.0, supportata sui laptop con tecnologie Max-Q di quarta generazione, sfrutta l’IA per controllare l’intera piattaforma, dall’utilizzo della GPU e CPU alla qualità dell’immagine, prolungando la durata della batteria fino al 70%.

Molti produttori stanno lavorando allo sviluppo di batterie a stato solido, che promettono prestazioni migliori, e l’ottimizzazione del consumo energetico attraverso soluzioni come BatteryBoost potrebbe garantire un’autonomia ancora maggiore per i laptop. I computer portatili del futuro offriranno un’esperienza d’uso più fluida e senza interruzioni.

Bullet Executive Summary

In conclusione, l’integrazione dell’intelligenza artificiale nei sistemi di gestione delle batterie rappresenta una svolta significativa nel panorama tecnologico moderno. Le innovazioni di Eatron e Syntiant, così come i progressi di NVIDIA con BatteryBoost 2.0, dimostrano come l’AI possa migliorare l’autonomia, la sicurezza e la longevità delle batterie, sia per i dispositivi di consumo che per i veicoli elettrici. Queste tecnologie non solo offrono vantaggi immediati in termini di prestazioni, ma promettono anche di ridurre i costi a lungo termine e di aumentare la sicurezza.

Una nozione base di tecnologia correlata al tema principale dell’articolo è il concetto di Battery Management System (BMS), che è fondamentale per monitorare e gestire i parametri delle batterie, garantendo la loro efficienza e sicurezza. Un’ulteriore nozione di tecnologia avanzata applicabile al tema è l’uso di processori neurali a basso consumo, come il NDP120, che permettono di eseguire analisi e prendere decisioni in tempo reale direttamente sul dispositivo, riducendo la necessità di infrastrutture cloud e migliorando l’efficienza energetica complessiva.

Queste innovazioni ci invitano a riflettere su come la tecnologia possa essere utilizzata per creare soluzioni più sostenibili e efficienti, migliorando la qualità della nostra vita quotidiana e aprendo nuove possibilità per il futuro.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Un commento

  1. Wow, incredibile! Già pensavo che l’AI fosse potente, ma ora che gestisce anche le batterie, siamo davvero avanti. Chi sa cosa ci riserverà il futuro! 🚀

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *