Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Come Google sta rendendo l’installazione di APK su Android più sicura?

Scopri le nuove misure di sicurezza introdotte da Google per proteggere gli utenti Android durante l'installazione manuale di file APK e come queste potrebbero cambiare il modo in cui utilizzi il tuo dispositivo.
  • Nuova autenticazione tramite impronta digitale o PIN per l'installazione APK su Android.
  • Funzionalità App Auto Play e Open app reminder per migliorare l'utilizzo delle app scaricate.
  • Possibilità di eliminare facilmente account e dati associati alle applicazioni del Play Store.

La pratica del sideload delle applicazioni su Android, che consente agli utenti di installare manualmente file APK, sta per diventare significativamente più sicura grazie a nuove misure introdotte da Google. Tradizionalmente, questa operazione richiede il download di un file APK, che viene poi aperto e installato manualmente. Tuttavia, questi file non possono essere scansionati dai sistemi di sicurezza di Google, il che li rende potenzialmente pericolosi.

Per affrontare questo problema, Google ha deciso di implementare un ulteriore livello di sicurezza nel Play Store. La nuova funzionalità richiederà agli utenti di autenticarsi tramite riconoscimento dell’impronta digitale prima di poter procedere con l’installazione dei file APK. In alternativa, sarà possibile utilizzare il PIN del dispositivo Android per confermare l’installazione. Una volta completata l’autenticazione, si aprirà una nuova sezione per confermare l’installazione, simile a quella già prevista per le applicazioni bancarie.

Questa novità è particolarmente utile per rendere l’installazione di APK sui dispositivi Android più sicura, impedendo che vengano scaricati file all’insaputa degli utenti. Sebbene la funzione sia ancora in fase di sviluppo, è ipotizzabile che la distribuzione possa avvenire prima del previsto.

Google e l’installazione di APK: inserite nuove misure di sicurezza

Scaricare applicazioni di vario genere è un’operazione quotidiana per molti utenti, ma comporta anche dei rischi. Il procedimento manuale di installazione di APK, senza verifica o controllo, espone gli utenti a potenziali truffe e virus. Per affrontare questo problema, Google ha deciso di modificare l’installazione di APK per Android, introducendo un sistema di sicurezza che richiederà l’autenticazione biometrica.

Il nuovo strumento di sicurezza di Google per il Play Store prevederà l’autenticazione tramite riconoscimento dell’impronta digitale, un sistema già in uso per lo sblocco dei cellulari di ultima generazione. Senza questo procedimento, non sarà possibile passare alla fase successiva dell’installazione. In alternativa, sarà possibile utilizzare un PIN del dispositivo Android in uso. Questo sistema di sicurezza è simile a quello richiesto dalle applicazioni bancarie, che richiedono canoni di sicurezza e autenticazione precisi.

Il procedimento non è ancora in atto, ma si spera che possa giungere prossimamente per tutti i dispositivi Android. Questa misura rappresenta un passo avanti significativo per la sicurezza degli utenti, proteggendoli da potenziali minacce derivanti dall’installazione di file APK non verificati.

Basta installare app senza usarle! Google sta lavorando a una funzione per combattere questa pratica

Google ha recentemente scoperto che molti utenti scaricano applicazioni dal Play Store per poi dimenticarsi di utilizzarle. Per affrontare questo problema, sta lavorando a una nuova funzione chiamata App Auto Play, che avvierà automaticamente un’app dopo la sua installazione dal Play Store. Gli utenti riceveranno una notifica quando la funzione sarà attiva, che apparirà come un banner di cinque secondi nella parte superiore dello schermo.

Questa funzionalità è stata trovata nell’ultima versione del Play Store, numero 41.4.19, da uno sviluppatore che ha decompilato l’app e trovato stringhe di riferimento alla funzione. Gli utenti potranno abilitare o disabilitare la funzione tramite le impostazioni, oltre a scegliere se ricevere notifiche basate su vibrazione o suono. Sarà anche possibile scegliere se mostrare o meno il banner in cima allo schermo, che sarà attivo per impostazione predefinita.

Un’altra funzione complementare, chiamata Open app reminder, invierà una notifica agli utenti se non apriranno un’app entro 24 ore dopo averla scaricata. Questa funzione è stata scoperta nella versione 41.2.21 del Play Store. Sebbene queste funzionalità non siano ancora disponibili, sembrano essere in fase avanzata di sviluppo e potrebbero arrivare presto agli utenti.

Google Play, ora cancellare gli account delle app è più facile

Google ha introdotto una nuova funzionalità nella sezione ‘Sicurezza dei dati’ delle applicazioni del Play Store, che consente agli utenti di eliminare rapidamente il proprio account e i dati associati. Questa funzione permette di cancellare dati anagrafici, email e informazioni sensibili come coordinate di localizzazione e preferenze. Gli utenti possono anche chiedere agli sviluppatori di rimuovere solo specifici dati, senza necessariamente cancellare l’intero account.

Google ha reso obbligatoria l’implementazione di questa modifica nell’aprile dello scorso anno, chiedendo agli sviluppatori di adeguarsi entro il 7 dicembre 2023. Tuttavia, la compagnia ha rimandato la data di scadenza al 31 maggio 2024. Sebbene Google sia arrivata in ritardo rispetto ad Apple, che ha adottato una politica simile a partire dal 30 giugno 2022, questa funzionalità rappresenta comunque un passo avanti significativo per la privacy degli utenti.

La cancellazione facilitata di account e dati non è l’unica novità di Google in tema di privacy. La compagnia ha annunciato che, a partire dal primo dicembre 2024, i dati di viaggio registrati con la funzione Timeline non verranno più salvati sul cloud, ma saranno archiviati direttamente nel dispositivo in uso. Questa mossa mira a fornire agli utenti un maggiore controllo sui propri dati personali.

Bullet Executive Summary

In conclusione, le nuove misure di sicurezza introdotte da Google per l’installazione di APK su Android rappresentano un passo avanti significativo per la protezione degli utenti. L’autenticazione biometrica e l’uso del PIN per confermare l’installazione dei file APK renderanno questa pratica molto più sicura. Inoltre, le nuove funzionalità del Play Store, come App Auto Play e Open app reminder, mirano a migliorare l’esperienza utente, assicurando che le applicazioni scaricate vengano effettivamente utilizzate. Infine, la possibilità di cancellare facilmente gli account e i dati associati alle applicazioni del Play Store offre agli utenti un maggiore controllo sulla propria privacy.

Una nozione base di tecnologia correlata a questo tema è la biometria, che utilizza caratteristiche fisiche uniche, come le impronte digitali, per identificare e autenticare gli utenti. Questo metodo è ampiamente utilizzato per migliorare la sicurezza dei dispositivi e delle applicazioni.

Una nozione di tecnologia avanzata applicabile a questo tema è il machine learning, che potrebbe essere utilizzato per analizzare i comportamenti degli utenti e identificare potenziali minacce in tempo reale. Integrando algoritmi di machine learning nei sistemi di sicurezza, Google potrebbe migliorare ulteriormente la protezione degli utenti contro le minacce derivanti dall’installazione di file APK non verificati.

Queste innovazioni non solo migliorano la sicurezza e la privacy degli utenti, ma rappresentano anche un passo avanti significativo nel panorama tecnologico moderno, dimostrando l’impegno di Google nel proteggere i propri utenti e migliorare continuamente l’esperienza utente.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *